Cerca
  • DMTT

LIBRIAMOCI 2015

Aggiornato il: 28 ago 2018

30 Ottobre 2015


“A tavola con Leopardi”: da Recanati a Castelnuovo Cilento, i piatti preferiti del poeta dell’Infinito arrivano tra i banchi di scuola



Tradizioni conviviali, sapori e ghiottonerie cari al “poeta dell'Infinito” rivivono sulle tavole imbandite dell'I.I.S. “A. Keys”, attraverso la lettura di una selezione accurata di brani tratti dai Canti e dall'Epistolario di Leopardi - con particolare riferimento alla lista autografa dei suoi 49 cibi preferiti - per un menù ispirato ai sapori

della vita e dell’opera dello scrittore di Recanati.

Il 30 ottobre 2015, nell'ambito di "Libriamoci: giornate di lettura nelle scuole", la Biblioteca della Fondazione Alario per Elea-Velia di Ascea (SA) “si trasferisce” nelle cucine dell’Istituto per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione

"Ancel Keys" di Castelnuovo Cilento (SA), per la seconda edizione di ASSAGGI di POESIA per POESIE di ASSAGGI, un progetto inedito di invito alla lettura ideato dalla Biblioteca Alario appositamente per gli studenti del "Keys".

Quest’anno le Odi elementari di Pablo Neruda - che lo scorso ottobre furono lette e trasformate in ricette dagli stessi studenti del "Keys" - lasciano il posto ad un classico italiano per eccellenza: Giacomo Leopardi. "A tavola con Leopardi" diventa, quindi, il sottotitolo della nuova edizione di ASSAGGI di POESIA: tradizioni conviviali, sapori e ghiottonerie cari al “poeta dell’Infinito” rivivono sulle tavole imbandite del “Keys”, attraverso la lettura di una selezione accurata di brani tratti dai Canti e dall’Epistolario di Leopardi, con particolare riferimento alla lista autografa dei suoi 49 cibi preferiti.

Dalla minestra ai maccheroni, dai formaggi ai fichi, dalle schiacciate al lattemiele, il risultato è la riproposizione in ricetta di un menù ispirato ai sapori della vita e dell’opera dello scrittore di Recanati, inaspettatamente riscoperto come un amante della buona tavola e un gastronomo dai gusti raffinati e dal palato fine.

Sullo sfondo di una scenografia che ricostruisce l'atmosfera di una taverna - dove gli studenti si ritrovano ad ascoltare le letture presentate dai compagni delle classi IV, indirizzi “Ristorazione” e “Promozione e accoglienza” - il nostro Leopardi, tranquillamente accomodato al tavolo centrale, ascolta le letture dei brani proposti, si diverte a commentare proverbi e racconti che accompagnano la presentazione dei piatti - rivisitati rispetto alle tradizioni culinarie locali - e saluta tutti i convenuti con uno scherzoso stornello, che si stempera negli applausi e nei sorrisi generali: "Dalla minestra ai maccheroni dal pesce fresco ai salami e cialdoni al lattemiele preferisco il gelato, grazie per il pranzo, ve ne sono grato! Sto senza soldi, pagatemi il conto, dal vostro Leopardi, un saluto profondo!".

Proseguimento del progetto: in linea con le finalità di "Libriamoci" e sulla scorta della fruttuosa collaborazione - avviata lo scorso anno e proseguita quest'anno - tra l’IIS “Ancel Keys” e la Biblioteca Alario, lo staff della Biblioteca prevede di organizzare una terza edizione di ASSAGGI di POESIA per POESIE di ASSAGGI, rintracciando per le letture nuovi "luoghi del cibo" in letteratura.


#Libriamoci #Libri #Poesia #Gastronomia

0 visualizzazioni
  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon

©2017 Fondazione Alario per Elea - Velia onlus

Viale Parmenide, fraz. Marina | 84046, Ascea (SA)

Email: info@fondazionealario.it - Tel:  0974 971197
Credits